Prendersi cura della propria casa, soprattutto quando abbiamo scelto personalmente ogni suo angolo e accessorio, è un’attività che merita la giusta attenzione sia per preservarne la bellezza e la durata, sia per garantire un ambiente sempre pulito e igienizzato perfetto per mantenerci in buona salute. È importante però, che questa cura prenda in considerazione anche quelle parti della casa che sono a diretto contatto sia con l’interno che con l’esterno, per evitare che si consumino facilmente a causa degli agenti atmosferici aggressivi e che diventino facile zona di passaggio per sporco e smog. È precisamente questo il caso delle tapparelle, in particolar modo quelle blindate, che meritano un’attenzione speciale per mantenerle pulite, ma anche belle e curate nel tempo. Vediamo, allora, come pulirle efficacemente in modo non aggressivo ma che ne rispetti il materiale e la struttura.

Supertap

COME PULIRE LE TAPPARELLE BLINDATE MOLTO SPORCHE

Innanzitutto, per evitare che si formi una sgradevole e ostinata poltiglia a contatto con acqua o qualsiasi altro prodotto detergente, è necessario eliminare la polvere che si è depositata tra le fessure interne ed esterne delle tapparelle con un panno morbido oppure con un attrezzo cattura polvere per ridurre i tempi di esecuzione e avere la certezza di rimuovere tutta la polvere e non rischiare di spostarla solamente.

Dopodiché si passerà a rimuovere lo sporco più ostinato e, se presente, più incrostato tramite l’utilizzo di un dispositivo a vapore che, grazie alle elevate temperature riuscirà ad eliminare efficacemente buona parte dello sporco. In alternativa, è possibile creare una miscela casalinga costituita da acqua calda, aceto e detersivo per i piatti: dopo aver unito gli ingredienti, trasferiamo il composto in uno spruzzino e nebulizziamo la miscela sulle tapparelle, lasciamo agire pochi secondi e rimuoviamo il tutto con un panno morbido con cui asciugheremo sia la parte interna che esterna in maniera minuziosa. Infatti, è importante asciugare bene e non lasciare traccia di umidità o di detergente che potrebbero intaccare la qualità e la durata nel tempo delle tapparelle.

Nel caso fossero presenti macchie specifiche più resistenti e ostinate che rendono le tapparelle molto sporche, è possibile andare a lavorare direttamente su di esse attraverso l’applicazione di un composto ottenuto con bicarbonato e acqua tiepida: lasciamo agire qualche minuto e poi togliamo il tutto con un panno morbido molto delicatamente per non rischiare di graffiare in modo permanente le tapparelle.

COME MANTENERE LE TAPPARELLE BLINDATE NEL TEMPO

Essendo un elemento fondamentale della casa, sia dal punto di vista estetico che della sicurezza, è importante prendersi cura delle tapparelle anche per renderle resistenti nel tempo e sempre funzionali.

Nella maggior parte dei casi le tapparelle blindate sono rivestite da una vernice protettiva che evita al materiale di cui sono costituite di corrodersi o di ossidarsi. È necessario, quindi, effettuare una periodica manutenzione che ci consentirà di mantenere le tapparelle belle nel tempo e, soprattutto, eviterà il formarsi di usure e danni strutturali che, con il tempo, potrebbero diventare irreparabili. Utilizziamo almeno una volta all’anno una vernice protettiva e antiossidante che preserverà le tapparelle dalle intemperie esterne, siano esse i raggi solari estivi o i possibili danni causati da pioggia e vento. Quando la vernice sarà perfettamente asciutta, se si desidera dare un tocco finale protettivo ed esteticamente gradevole, è possibile applicare uno strato di cera d’api che donerà un effetto lucido estremamente gradevole.