Come scegliere i migliori serramenti blindati con i consigli di 3MTecnofer

Quando si pensa a come rendere più sicura un’abitazione e a come proteggere chi ci vive da eventuali intrusioni indesiderate, molto spesso si ricorre all’installazione di una porta blindata, senza considerare la possibilità di rafforzare altri punti vulnerabili della casa come le finestre.

I serramenti blindati sono la soluzione ottimale per chi vuole aumentare il livello di sicurezza della propria abitazione e diventano imprescindibili se si vive in case singole e ai piani inferiori.

La scelta di opzioni, offerta dal mercato dei serramenti blindati, è molto ampia e per chi non ha dimestichezza con questi prodotti, diventa molto difficile capire quale soluzione sia la più indicata per le proprie esigenze.

Quindi, per non incorrere in scelte sbagliate e per non avere spiacevoli sorprese dopo l’acquisto, è necessario rivolgersi a professionisti esperti del settore, come 3MTecnofer azienda leader nel settore della protezione passiva della casa da oltre 30 anni.

Di seguito, vedremo quali sono i suggerimenti di 3MTecnofer per scegliere i migliori serramenti blindati, per rendere un’abitazione un luogo protetto e allo stesso tempo confortevole.

Punto di partenza: consulenza e sopralluogo dell’abitazione

Prima di tutto, nella scelta dei serramenti blindati, si deve partire da una consulenza personalizzata e da uno scrupoloso sopralluogo dell’abitazione, per determinare quali sono i punti di accesso più vulnerabili, il tipo di contesto residenziale e il grado di sicurezza che si vuole raggiungere.

Per esempio, se l’abitazione si trova al piano terra o in una zona isolata, i consulenti suggeriranno di scegliere un serramento antieffrazione con un livello di protezione elevato, ed eventuali elementi di sicurezza aggiuntivi; come l’installazione di altri sistemi di sicurezza come grate, tapparelle o scuri che vanno ad aumentare i tempi di attacco dei male intenzionati,  in particolar modo ci  si trovi in un contesto con un elevato tasso di microcriminalità.

migliori tapparelle blindate

 

La scelta della classe antieffrazione dei serramenti blindati

Successivamente alla raccolta delle informazioni di cui sopra, gli esperti di 3MTecnofer consigliano di scegliere la classe antieffrazione dei serramenti blindati da installare.

La classificazione dei serramenti antieffrazione, indicata con la sigla RC (Resistant Class), è dettata dalla norma UNI 1627:2011 che determina il livello di resistenza alle effrazioni sulla base di severi test svolti in laboratorio.

Tale norma, è stata elaborata attraverso lo studio delle tempistiche e degli arnesi impiegati dai ladri per forzare i punti di accesso alle abitazioni.
 Sono state quindi individuate 6 classi di resistenza che vanno in ordine crescente:

classe RC1: resistenza agli attacchi con piccoli attrezzi (cacciavite o simili) e alla forza fisica (calci, spallate, ecc.) per circa un paio di minuti;

classe RC2: resistenza ai tentativi di scasso con strumenti come tenaglie, martelli o cunei per circa 3 minuti;

classe RC3: resistenza ad attacchi con arnesi più pesanti come piede di porco, strumenti di perforazione meccanici come piccoli trapani, per un tempo di 5 minuti;

classe RC4: resistenza allo scasso con pesanti martelli, scalpelli e trapani a batteria che può arrivare anche ai 10 minuti;

classe RC5: resistenza ad attacchi massicci con attrezzi da scasso professionali molto pesanti ed invasivi, per un tempo di circa 15 minuti;

classe RC6: resistenza a dispositivi elettrici molto potenti, trapani elettrici professionali, per un tempo che può arrivare anche ai 20 minuti.

Le prime due classi sono considerate base e vengono suggerite per serramenti di appartamenti ai piani alti di condomini e palazzi, mentre le classi RC3 e RC4 sono quelle maggiormente consigliate dagli esperti di sicurezza 3MTecnofer, per tutte le tipologie di abitazioni con un diretto contatto con l’esterno e per quelle ubicate in zone isolate.

Le classi RC5 e RC6, sono indicate per aziende che conservano materiali costosi, grandi attività commerciali, banche e gioiellerie.

Elementi determinanti per un serramento blindato

Quando si sceglie un serramento blindato è fondamentale conoscere quali sono gli elementi che lo rendono tale.

I serramenti blindati sono composti da diversi elementi tra cui:

  • telaio e controtelaio che devono essere in acciaio rinforzato;
  • vetri blindati antisfondamento e/o antiproiettile, assemblati in vetrocamera singolo o doppio;
  • sistemi di chiusura multipunto, serrature anti trapano e ferramenta di sicurezza.

3MTecnofer progetta serramenti blindati in una vasta gamma di proposte colore e finiture, con diverse tipologie di apertura, tutti su misura per andare incontro a qualunque esigenza.

Tra i prodotti maggiormente consigliati dall’azienda, troviamo i serramenti in PVC blindato certificato RC3, oltre a quelli in acciaio con rivestimento in legno o in acciaio a taglio termico.

Ora non resta che prendere un appuntamento in showroom, per toccare con mano la qualità e l’unicità dei serramenti blindati 3MTecnofer.

Vi comunichiamo che la nostra azienda sarà chiusa per le Festività Natalizie

dal 23 Dicembre al 1° Gennaio

Buone Feste da 3M Tecnofer!