Come scegliere una porta blindata in base a sicurezza ed estetica

La scelta di installare una porta blindata deve essere fatta in maniera ponderata.

È una decisione importante, perché determina il livello di sicurezza di un’abitazione ed inoltre, va ad impattare esteticamente sul contesto architettonico e stilistico in cui viene inserita.

Per questo motivo è basilare conoscere, prima di tutto le caratteristiche specifiche che la rendono resistente alle intrusioni indesiderate, ma è anche importante dare la giusta attenzione agli elementi estetici che la compongono, per adattarla allo stile e al design generale della casa o dell’edificio.

Ricordiamoci che la porta blindata d’ingresso è il biglietto da visita della nostra abitazione, quindi deve essere in armonia con tutti gli altri elementi del contesto residenziale.

Vediamo allora alcuni suggerimenti per scegliere una porta blindata non solo sicura, ma anche esteticamente adeguata alle diverse esigenze.

La sicurezza di una porta blindata

Il punto di partenza per scegliere una porta blindata è quello di individuare il livello di sicurezza che il serramento deve garantire.

Questo sarà diverso in base al contesto abitativo, infatti una casa singola richiederà una protezione maggiore, mentre un appartamento, situato all’interno di un condominio, avrà bisogno di un livello di protezione minore.

Altra considerazione, che determina la scelta della classe antieffrazione di una porta blindata, è la zona in cui si trova l’edificio.

Va da sé che per una villetta immersa nel verde della campagna sarà necessario un serramento blindato di ingresso altamente resistente alle effrazioni, mentre per abitazioni che si trovano in contesti urbani, a basso rischio di intrusioni, si possono scegliere porte blindate con classi antieffrazione di medio livello.

Detto questo, per individuare la porta blindata più adatta è sicuramente utile capire come funziona la classificazione antieffrazione.

Le porte blindate sono suddivise in sei classi di sicurezza, regolate dalla norma europea UNI EN 1627 e successive.

La capacità di resistenza alle effrazioni delle porte blindate è direttamente proporzionale alla classe stessa, cioè la classe 1 è la minima, mentre la classe 6 è la massima.

Tali valori vengono indicati con la sigla RC (Resistance Class) ed assegnati alle porte blindate dopo il superamento di rigorosi test effettuati in laboratorio.

Ogni elemento del serramento viene testato: dalla serratura ai cardini, dal telaio alla blindatura interna in acciaio.

In genere, per le abitazioni vengono utilizzate porte blindate certificate nelle classi intermedie, cioè RC3 e RC4; mentre le classi più elevate RC5 e RC6 sono riservate a esercizi commerciali o edifici in cui sono custoditi documenti altamente riservati o materiali preziosi.

Nella scelta di una porta blindata è importante anche stabilire il tipo di serratura.

Oggi le più moderne porte blindate sono dotate di serrature con sistemi di sicurezza avanzati e possono essere a cilindro con movimento meccanico o anche elettroniche con movimentazione motorizzata comandata a distanza.

Le serrature di ultima generazione rendono la vita difficile ai malintenzionati, perché sono altamente resistenti ai tentativi di effrazione con strumenti manuali, come i grimaldelli o i piedi di porco.

L’estetica della porta blindata

Negli ultimi anni, le porte blindate sono diventate anche un elemento di arredo e hanno subito un’evoluzione estetica che è andata di pari passo con l’avanzare della tecnologia utilizzata per la loro realizzazione.

Le porte blindate contemporanee, non solo sono notevolmente sicure, ma sono anche belle da vedere e dialogano armoniosamente con i contesti architettonici in cui vengono inserite.

Quando si sceglie una blindata ci si può sbizzarrire perché si trovano modelli e soluzioni di design che accontentano tutti gli stili e tutti i gusti estetici.

Il mercato delle porte blindate offre un’ampia gamma di personalizzazioni:

  • pannelli di rivestimento in diversi materiali e colori: legno, corten, ceramica, alluminio, o con inserti multimaterici;
  • inseriti in vetro: se si ha la necessità di una maggiore luminosità all’interno dell’abitazione, è possibile realizzare una porta blindata con inserti in vetro, che dovrà essere antisfondamento e rispondere a tutti i requisiti di sicurezza;
  • tipologia di apertura: a battente singolo, doppio o la scenografica soluzione a bilico per grandi aperture.

Nella scelta del pannello di rivestimento esterno della porta blindata si deve tenere conto però del luogo in cui è collocata.

Le porte blindate per interno e quelle per esterno hanno ovviamente caratteristiche diverse da rispettare, per cui si dovrà individuare il materiale più idoneo e più performante a seconda delle necessità.

Con questo abbiamo fatto una semplice panoramica sulla sicurezza e l’estetica delle porte blindate, ma per la loro realizzazione ci possiamo affidare a 3MTecnofer, azienda specializzata nella progettazione e costruzione di porte blindate personalizzate che offre una vasta gamma di soluzioni, selezionabili in base alle diverse esigenze di sicurezza ed estetica della propria abitazione, tra cui: Porte Blindate Vetrate, Porte Blindate di Design, Porte Blindate a Bilico.

I consulenti di 3MTecnofer sono sempre a disposizione per suggerimenti, progetti personalizzati su misura e per proporre le soluzioni migliori ad ogni cliente.

Contattaci per scoprire le zanzariere ad avvolgimento su misura firmati 3M Tecnofer.

Torna in alto

Vi comunichiamo che la nostra azienda sarà chiusa per le Festività Natalizie

dal 23 Dicembre al 1° Gennaio

Buone Feste da 3M Tecnofer!