È spiacevole dover constatare che in questi ultimi anni stanno continuando ad aumentare in maniera esponenziale reati di vario genere. Tra tutti, il ladrocinio è sicuramente tra i reati più comuni. Ma esistono metodi per evitare di esserne vittima? Fortunatamente, con il progresso della tecnologia, diverse aziende specializzate nel settore riescono a fornire soluzioni ottimali per far fronte a questa problematica.

furti chiusure blindate

Chiusure blindate: preoccuparsi per la propria sicurezza

Il primo passo per sentirsi al sicuro in casa propria o all’interno del posto di lavoro è innanzitutto preoccuparsi per la propria sicurezza. Molte persone negli ultimi anni, essendosi trovate a fronteggiare una situazione in cui erano vittime di furto, hanno tentato di reagire con metodi di difesa individuale e personale. Queste precauzioni non sono in grado di fornire quel livello di sicurezza personale che ciascuno cerca.

Ciò che ha invece sortito un effetto estremamente positivo ed efficace nella difesa del proprio domicilio e dei propri beni, è stata l’installazione di soluzioni specifiche e personalizzate. Più del 72% delle persone ha infatti installato una o più porte blindate con elevati requisiti di sicurezza, nonché componenti innovativi tra cui sistemi di accesso digitale che permettono di collegare il controllo dell’apertura e della chiusura delle porte dal proprio smartphone.

I dati statistici dell’Istat documentano un notevole aumento, dal 2015 ad oggi, di persone che hanno adottato metodi di sicurezza tecnologici con riscontri molto positivi. Tra le aziende che più si contraddistinguono nel settore c’è 3M Tecnofer, la quale offre una consulenza privata, la progettazione su misura adattabile ad ogni esigenza, la realizzazione del serramento blindato nel minor tempo possibile ed infine la posa in opera. Viene garantita anche assistenza post vendita tramite personale qualificato pronto ad intervenire per ogni eventuale problema.

Furti in aumento anche nelle zone più video-sorvegliate

Il motivo per cui si incoraggia sempre più la popolazione ad adottare metodi di sicurezza tecnologici personali è dovuto al fatto che la videosorveglianza di zona risulta non essere più sufficiente a prevenire i furti.

L’Istat ha infatti registrato un notevole aumento di ladrocini, in particolar modo nella Noventa Padovana, comune padovano con la video-sorveglianza più attiva della città. Nonostante l’impegno del sindaco Alessandro Bisanto che si prodiga vivamente per la risoluzione del problema e la collaborazione delle forze dell’ordine, i dati sembrano non migliorare. Si notano sempre più persone o auto sospette che sono fuori dal giro abituale della zona, cosa che il sindaco chiede di segnalare prontamente.