Guida alla scelta delle porte per interni per le abitazioni

Le porte per interni non sono solo elementi funzionali pensati per separare gli spazi interni di un’abitazione e per garantire la privacy, ma sono anche veri e proprio elementi di arredo che possono determinare il carattere e l’aspetto complessivo di un’abitazione.

Questi serramenti, infatti, hanno acquisito negli ultimi anni un ruolo di rilievo nel mondo dell’interior design, riuscendo a trasformare in modo significativo gli ambienti e rispecchiando lo stile di chi li vive.

Quando si tratta di scegliere le porte per la propria abitazione, devono quindi essere considerati diversi fattori, come il design, il colore, i materiali per ottenere un risultato funzionale e allo stesso tempo in armonia con lo stile della casa.

Di seguito quindi vedremo quali sono i principali aspetti da prendere in considerazione quando si devono scegliere le porte interne per la propria abitazione.

Stile architettonico e design interno

Prima di tutto, è essenziale considerare lo stile architettonico della casa e il design degli interni.

Le porte dovrebbero integrarsi e dialogare perfettamente con i diversi ambienti di un’abitazione.

Ad esempio, in una casa dal design contemporaneo, porte con linee pulite minimaliste e finiture laccate potrebbero essere la scelta ideale, invece per una residenza più tradizionale o dallo stile classico, le porte con dettagli decorativi e finiture in legno potrebbero essere più appropriate.

 

Colore delle porte e abbinamento con l’arredamento

Il colore delle porte deve essere attentamente selezionato, in modo da abbinarsi alla palette cromatica degli ambienti circostanti.

Se gli interni presentano tonalità chiare e neutre, la soluzione migliore potrebbe essere quella di optare per porte in legno naturale o laccate in nuance neutre come il bianco o il grigio.

Tuttavia, in ambienti più vivaci, si potrebbe osare scegliendo un rivestimento di colore contrastante per creare un effetto visivo originale che renderà la porta un elemento focalizzante dell’arredo.

Inoltre, è necessario che il colore delle porte sia sempre in armonia, non solo con l’arredamento, ma anche con altri elementi presenti nella stanza, come finestre, pareti e pavimenti.

Un’attenta scelta della coordinazione dei colori contribuirà a creare un ambiente coerente, elegante e piacevole alla vista.

Materiali delle porte interne

La giusta scelta dei materiali è un passaggio cruciale per garantire funzionalità, durabilità ed estetica alle porte per interni.

Tra i materiali più utilizzati troviamo:

  • Legno: le porte realizzate in legno trasmettono calore e danno carattere agli ambienti. La gamma di essenze e colori è molto vasta per accontentare tutti gli stili. Una porta in legno massiccio è una scelta classica, versatile, adatta anche per le case moderne.
  • Vetro: le porte in vetro sono ideali per fornire un senso di apertura e luminosità. Possono essere realizzate con vetri trasparenti o satinati per garantire la privacy di stanze in zone di passaggio. Il vetro può anche essere abbinato ad altri materiali, come il metallo, per ottenere un prodotto di design.
  • Metallo: le porte per interni in metallo, conferiscono un design industriali e sono adatte ad ambienti dallo stile contemporaneo, inoltre offrono il vantaggio di essere molto durature e resistenti.
  • Laminato: questo materiale è in grado di riprodurre fedelmente sulle porte il colore e le venature del legno ed è inoltre molto apprezzato per la sua facile manutenzione, nonché per la sua resistenza.

Oltre ai materiali, quando si scelgono le porte per interni, è importante valutare attentamente anche la ferramenta, come maniglie e cerniere o altri dettagli, come pannelli e inserti che possono conferire un tocco distintivo alle porte.

Tipologie di aperture delle porte per interni

Le porte per interni si distinguono in base alla tipologia di apertura.

Tra le più utilizzate troviamo:

Porta a battente: è la più richiesta e la più tradizionale. Fissata da un lato al vano, si apre e si chiude grazie a cerniere a vista o a scomparsa. Può essere a una o due ante, con doppia apertura verso l’interno e l’esterno, risultando versatile, comoda e funzionale.

Porta scorrevole: in questo caso l’anta scorre all’interno del controtelaio, scomparendo nel muro o può aprirsi parallelamente ad esso grazie a dei binari. Disponibili ad anta singola o doppia, la porta scorrevole è una scelta di design ideale per ambienti dagli spazi ridotti.

Porta a libro: perfetta per evitare lavori di muratura o quando non si ha lo spazio per far scorrere l’anta lungo la parete. Il sistema di apertura e chiusura di questa porta è composto da pannelli multipli che si sovrappongono a pacchetto, creando appunto un effetto a libro o a fisarmonica.

Nella scelta della tipologia di apertura delle porte, vanno attentamente considerate dimensioni e layout generale delle stanze. Porte scorrevoli o a battente possono limitare la disposizione dei mobili e lo spazio vivibile di un ambiente.

La scelta delle porte per interni non è semplice, ma con 3MTecnofer chiunque può trovare la porta interna perfetta perché offre diverse soluzioni, dalle più semplici e lineari alle più complesse, dalle più classiche alle più moderne.

Le porte per interni 3MTecnofer, in legno o in vetro, scorrevoli o a battente, coniugano qualità dei materiali, design, artigianalità, funzionalità e ogni prodotto è realizzato su misura e personalizzato nelle finiture.

Torna in alto

Vi comunichiamo che la nostra azienda sarà chiusa per le Festività Natalizie

dal 23 Dicembre al 1° Gennaio

Buone Feste da 3M Tecnofer!