Porta blindata con vetro antisfondamento: il portoncino d’ingresso sicuro e di design

Porta blindata con vetro antisfondamento: la sicurezza a portata di mano

La sicurezza di casa è una tematica che sta particolarmente a cuore. C’è l’esigenza di sapere se stessi e la propria famiglia al riparo da malviventi, ladri e qualsiasi altro rischio.

Da oltre 35 anni 3M Tecnofer ha investito sulla sicurezza passiva della casa, organizzando una squadra interna professionale capace di occuparsi della progettazione, realizzazione e posa in opera per un servizio completo e soddisfacente.

In particolare, la porta blindata con vetro antisfondamento è in grado di soddisfare queste esigenze senza rinunciare a un design esclusivo. Il prodotto si presenta con una struttura rinforzata e serrature slim per dare maggiore spazio alla superficie di un vetro antisfondamento, antiproiettile e, soprattutto, performante in termini di isolamento termico.

Porta blindata con vetro antisfondamento

Porta blindata fiancoluce: il portoncino d’ingresso blindato dalle linee sofisticate

La porta blindata fiancoluce è una delle soluzione proposte da 3M Tecnofer. Si tratta di un portoncino dalle linee sofisticate e che presenta soluzioni innovative per migliorare la sicurezza in casa e l’illuminazione degli spazi.

Il vetro è antisfondamento e le  serrature sono di ultima generazione dalle dimensioni minimal per non togliere superficie al vetro, a tutto vantaggio del design e dell’accesso dei raggi solari all’ingresso.

La scelta di inserire il vetro al portoncino, piuttosto che lasciare una superficie cieca, consente di ottenere un design moderno ed elegante, che dà il benvenuto in casa nel migliore dei modi, dando una sensazione di ricercatezza.

Naturalmente, il principale motivo di scegliere un portone blindato è quello di impedire ai ladri e malintenzionati di entrare in casa. L’efficacia, sotto questo punto di vista, viene misurata con la cosiddetta classe di resistenza indicata con un valore che va da un minimo tra 1 e 6. 3M Tecnofer propone portoni che hanno almeno classe RC3, ossia un valore ottimale per le abitazioni, gli appartamenti, specialmente nei casi di ville e rustici  isolati.

La resistenza del vetro antisfondamento, poi, viene indicata con un’altra scala di valori che fa riferimento al numero di colpi che il vetro può gestire senza frantumarsi.

I vetri utilizzati da 3M Tecnofer resistono a un minimo di 30 per arrivare agli  80 colpi scagliati con un martello o un’arma da taglio. Infine, per venire incontro a tutte le esigenze estetiche del cliente, la porta blindata fiancoluce – come tutti i prodotti di 3M Tecnofer  – può essere personalizzata per quanto riguarda la tonalità, finiture, dimensioni, struttura.

Bonus porte blindate: il bonus sicurezza 2022, la detrazione fiscale e lo sconto in fattura

Oltre alla bellezza estetica e alle importanti prestazioni in termini di sicurezza, i prodotti di 3M Tecnofer consentono di sfruttare l’Ecobonus porte blindate 2022.

Per effetto di quanto inserito nella legge bilancio 2020, è possibile utilizzare agevolazioni destinate per chi acquista porte d’ingresso come ad esempio le porte blindate. Per questo genere di prodotto lo Stato mette a disposizione tre strumenti: Detrazione 50% Risparmio Energetico, Sconto in fattura 50% oppure Super ecobonus 110%.

Entrando maggiormente nel merito, per la specifica categoria delle porte blindate c’è la possibilità sia di indirizzarsi verso il bonus sicurezza sia per l’Ecobonus. Si può ottenere l’Ecobonus se la porta blindata consente anche di migliorare le prestazioni energetiche dell’edificio.

In questo caso si ottiene la detrazione pari al 50% delle spese sostenute per l’acquisto e la posa in opera. In alternativa si può chiedere e ottenere il bonus sicurezza previsto per tutti quegli interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria che permettono di prevenire furti in casa ed effrazioni.

Le modalità per utilizzare il bonus sono 3: portare in detrazione Irpef in sede di dichiarazione dei redditi, sconto in fattura in fase di acquisto e cessione del credito d’imposta maturato a un terzo soggetto come una banca o un privato.

Porta blindata con vetro antisfondamento

Esempio Bonus Sicurezza porta blindata

Per chiarire le idee sul risparmio e sulle modalità con cui si utilizza il bonus sicurezza per l’acquisto di una porta blindata, facciamo un esempio pratico.

Supponiamo che un cliente voglia acquistare una porta blindata dal costo pari a 2500 euro + Iva. Il calcolo della prestazione a cui si ha diritto è piuttosto semplice perché è pari al 50% della spesa ossia 1.500 euro + Iva. Da sottolineare che, se lo si utilizza in sede di dichiarazione dei redditi, occorre suddividere il credito d’imposta in 10 annualità di pari valore per cui 150 euro + iva all’anno.

Scopri qui tutti i modelli di Porte Blindate di 3m Tecnofer!

Torna in alto

Vi comunichiamo che la nostra azienda sarà chiusa per le Festività Natalizie

dal 23 Dicembre al 1° Gennaio

Buone Feste da 3M Tecnofer!