Le porte blindate, fanno parte dell’insieme dei dispositivi di sicurezza passivi di un’abitazione. Precisamente, una porta blindata è un serramento pedonale che presenta particolari caratteristiche anti scasso e anti intrusione. Come si può immaginare, i portoni blindati sono indispensabili per aumentare esponenzialmente il grado di sicurezza di un immobile.

Grazie alle loro caratteristiche tecnico-costruttive, vengono impedite le effrazioni e le intrusioni di malintenzionati.

porte blindate

Caratteristiche costruttive delle porte blindate

Ogni porta blindata presenta degli standard costruttivi.

Normalmente, le parti principali sono:

  • Controtelaio: struttura in acciaio zincato sagomato la quale permette il perfetto ancoraggio del telaio della porta al muro. Viene fissato con staffe incassate e con schiume poliuretaniche cementizie.
  • Telaio: costruito in acciaio ripiegato e rinforzato, viene fissato al controtelaio con sistemi di ancoraggio speciali. La perfetta chiusura è garantita dall’anta che insieme costituiscono un blocco unico.
  • Cerniera: elemento essenziale che assicura sia il fissaggio tra l’anta e il telaio che la rotazione dell’anta per l’apertura. Saldato sul lato opposto alla serratura, sopporta tutto il peso dell’anta.
  • Serratura: la serratura di una porta blindata è il cuore vero e proprio del sistema di sicurezza. Questo meccanismo permette l’apertura e la chiusura degli elementi serranti. Essa è composta da due parti principali: il cilindro e il defender. Il cilindro, tramite il comando della chiave, gestisce tutti i congegni della serratura, il defender è una calotta d’acciaio con funzionalità antiscasso che impedisce di manomettere il cilindro. La serratura viene ulteriormente protetta da una speciale piastra al manganese anti perforazione.

Di norma, in una porta di qualità, vengono utilizzate serrature a cilindro di ultima generazione .

Altri elementi

  • Catenacci: elementi in acciaio resistente che assicurano la chiusura dell’anta. Comandati dalla serratura, si inseriscono nei fori del telaio in una percentuale proporzionale alle mandate.
  • Anta: Elemento in acciaio mono o bilamiera , con isolamento interno , saldato al telaio tramite un sistema di cerniere ad alta resistenza.
  • Pannelli di Rivestimento: uno esterno e uno interno, hanno finalità prettamente estetiche.
    All’interno della porta vengono utilizzati anche materiali coibentanti per garantirne l’isolamento acustico e termico.

Per il montaggio, è opportuno che i tecnici facciano un sopralluogo per la valutazione della muratura che ospiterà il controtelaio. In questo modo il modello potrà essere progettato in maniera specifica. È necessario, in qualsiasi caso, rivolgersi esclusivamente a personale qualificato, che garantisca e certifichi sia la posa in opera che le qualità costruttive del prodotto.

Solo le aziende specializzate possono acquistare materiale conforme a garantire le normative di sicurezza più elevate. La questione montaggio, inoltre, non va assolutamente sottovalutata. Una messa in posa di una porta, gestita male, anche se presenta sulla carta il più alto livello di sicurezza possibile, sarà sempre vulnerabile ad attacchi. Una volta installata in modo corretto, va effettuato il collaudo finale . Secondo la normativa Env 1627/30 esistono 6 livelli crescenti di sicurezza, in base alla resistenza della porta stessa alle effrazioni.

Tipologia delle porte blindate.

In base alle caratteristiche estetico-funzionali, abbiamo un’ulteriore classificazione dei serramenti. In relazione alle condizioni ambientali di montaggio, alle dimensioni, al numero di ante e allo stile, avremo rispettivamente: porte blindate da esterno o da interno, porte di misure standard o fuori misura, anta singola o anta doppia, cieche o vetrate, porte con pannelli di caratteristiche specificatamente volute dal cliente.

porte blindate