Porte blindate su misura: tutto quello che c’è da sapere

Le porte blindate sono porte da ingresso per abitazioni e altre tipologie di edifici che, grazie ad una struttura interna rafforzata (appunto blindata), sono in grado di resistere alle effrazioni.

Installare una porta blindata è un intervento prioritario per dare sicurezza alla propria abitazione ma, per essere efficace, deve possedere caratteristiche costruttive e prestazionali di elevata qualità.

Per scegliere il prodotto migliore sul mercato è necessario conoscere alcune caratteristiche fondamentali.

Classe di sicurezza delle porte blindate

La classe di sicurezza o antieffrazione indica la capacità di resistenza delle porte blindate ai tentativi di intrusione.

La norma UNI ENV1627 determina 6 classi di sicurezza, catalogate in base al superamento di test che simulano tentativi di scasso:

  • Classe 1: grado di antieffrazione minimo; resiste a spallate, spinte, calci.
  • Classe 2: bassa resistenza a piccoli attrezzi di metallo, come tenaglie o cunei.
  • Classe 3: capacità di opposizione a piedi di porco e grossi cacciaviti.
  • Classe 4: opposizione ai tentativi di scasso per mezzo di seghe, martelli, scalpelli, trapani.
  • Classe 5: livello di sicurezza notevole, resistenza ad attrezzi da scasso molto invasivi come trapani elettrici.
  • Classe 6: livello di sicurezza massimo, resistenza ad ogni tentativo di scasso.

Materiali delle porte blindate

Per garantire la massima sicurezza e una durevolezza nel tempo, le strutture interne delle porte blindate sono realizzate in acciaio.

È previsto anche l’inserimento di rinforzi interni, sul lato delle cerniere e dei chiavistelli centrali, per impedire che possano cedere a forti pressioni.

Struttura delle porte blindate

Vediamo quali sono alcuni dei componenti principali che determinano non solo la sicurezza, ma anche l’aspetto estetico di una porta blindata.

Controtelaio: detto anche falso telaio è il punto di connessione tra il muro e il telaio vero e proprio della porta. È un elemento in acciaio che viene bloccato sul muro tramite dei tasselli.

Telaio: anch’esso in acciaio, viene ancorato al controtelaio con speciali viti.

Fondamentale per la sicurezza della porta, perché garantisce l’unione tra anta e controtelaio formando un corpo unico solidale al muro.

Cerniera: sempre in acciaio, è l’elemento che viene fissato tra l’anta e il telaio, sul lato opposto alla serratura. Consente il supporto e la rotazione dell’anta per la sua apertura.

Serratura: è uno degli elementi più importanti della porta blindata.

È il componente della porta che innesca il movimento di apertura e chiusura dei catenacci ed è formato da due elementi: il cilindro e il defender.

  • Il cilindro è uno strumento composto da un corpo centrale che si muove e comanda il meccanismo della serratura. Essenziale per la sicurezza, perché se viene rimosso, la porta non avrà più protezione e potrebbe essere aperta con un semplice cacciavite.
  • Il defender è una borchia in acciaio temperato, inserita nella serratura mediante viti passanti in acciaio. Ha il compito di proteggere il cilindro da attacchi di scasso e di manipolazione della porta blindata.

I pannelli di rivestimento sono, invece, gli elementi, uno interno ed uno esterno, che determinano l’estetica e la coibentazione di una porta blindata.

Ora che abbiamo visto, a grandi linee, quali devono essere le principali caratteristiche di una porta blindata su misura, il passo successivo è quello di contattare i migliori esperti del settore, che ci sapranno consigliare i modelli più prestazionali, in grado di garantire alle nostre abitazioni totale protezione e sicurezza, senza tralasciare la valorizzazione estetica dell’edificio.

Contattaci per scoprire le porte blindate su misura firmate 3M Tecnofer.

Vi comunichiamo che la nostra azienda sarà chiusa per le Festività Natalizie

dal 23 Dicembre al 1° Gennaio

Buone Feste da 3M Tecnofer!