Le porte blindate dotate di serrature motorizzate con lettore di impronte digitali sono uno dei prodotti più innovativi e sicuri di tutto il mercato dei sistemi antieffrazione. Grazie ad un impianto che permette di abolire le chiavi tradizionali, viene posizionato sul pannello esterno un lettore che grazie al riconoscimento dell’impronta aziona l’apertura della serratura. Non c’è quindi il pericolo di perdere le chiavi o dimenticare il codice di apertura ed è ovviamente possibile registrare l’accesso di tutta la famiglia.

Il design minimal consente di inserire il lettore a filo del pannello esterno o sul maniglione esterno.

Come funzionano le serrature con lettore di impronte digitali?

Il lettore di impronte digitali della porta blindata non può in alcun modo essere scassinato, è una chiave impossibile da modificare senza gli accessi. Collegata ad un sistema di lettura intelligente programmato e gestibile anche mediante applicazione dal proprio smartphone
La scelta di una porta blindata dotata di lettore di impronte digitali è ottimale per non dover più trasportare chiavi; essere sempre al sicuro e non rischiare di smarrire la chiave e dover poi provvedere a sostituire la serratura.

I punti di forza delle serrature con lettore a impronte digitali: perché vale la pena sceglierle

Attualmente i sistemi di sicurezza con impronte digitali sono i più completi e sicuri di tutto il mercato. Le serrature dotate di lettore sono di fatto impossibili da scassinare. Non hanno una vera e propria serratura ma si servono di un sistema elettronico collegato all’apertura della porta. Anche manomettendo o distruggendo l’apparecchio, la porta blindata non si apre. Questo non rappresenta un limite, in primo luogo può essere connesso con tutti gli altri apparecchi smart della casa, dando vita ad un circuito connesso che è gestibile comodamente da remoto tramite il proprio smartphone. È possibile poi registrare un grande numero di impronte, permettendo di accedere all’immobile non solo i parenti più stretti ma anche eventuali estranei.

La porta blindata con lettore di impronte digitali può essere utile in tutte le occasioni, consente infatti anche di programmare l’accesso solo in determinate ore. Pensate ad esempio alla domestica che deve arrivare alle 10 del mattino, sarà possibile concedere la rilevazione della sua impronta e quindi l’apertura solo dalle 9.45 alle 10.15. Dopo questa fascia oraria, la porta non si aprirà.

Nel complesso quindi è chiaro come i punti di forza di questo sistema sono: la versatilità e semplicità di utilizzo (dai piccoli agli anziani); la massima sicurezza e l’organizzazione pratica nella vita di tutti i giorni grazie alle funzioni studiate appositamente.

identificazione impronte